Articoli marcati con tag ‘beta-21’

Il movimento Beta-21

sabato, 6 novembre 2010

Patek Philippe Beta 21 meccanica

La fine degli anni ’60 è un periodo di svolta all’interno del mondo dell’orologeria…in questi anni, infatti, irrompe all’interno del mercato mondiale il marchio giapponese “Seiko” grazie all’introduzione del modello “Astron”, il primo orologio esistente con un movimento al quarzo caratterizzato da una precisione decisamente superiore a quella dei precedenti modelli meccanici!
Per poter contrastare l’improvviso avvento di questo marchio, nel 1968 i più importanti produttori svizzeri di orologi si unirono in una nuova società, chiamata “Eletronic Watch Centre” (CEH), al fine di creare un movimento svizzero al quarzo che potesse vincere la precisione del nuovo modello giapponese.
Così, dopo un anno di studi e test, nasce il calibro Beta-21 che viene registrato con il brevetto numero 458213 e che funziona con un innovativo sistema di carica a rotore periferico.
Da allora questo meccanismo è stato montato all’interno di molti modelli dei più importanti marchi svizzeri e ha fatto sì che la manifattura svizzera continuasse ad essere la più importante e prestigiosa in materia di orologi…
Uno dei modelli più rari ed importanti all’interno dei quali è stato montato il calibro Beta-21 è il Patek Philippe referenza 3603 prodotto negli anni ’70.

Patek Philippe Beta 21

Questo rarissimo modello della Patek Philippe ha una stupenda cassa rettangolare scavata da un lingotto d’oro massiccio, il quadrante ha la finestrella con data a ore 6.

Patek Philippe Beta 21 esterno fondello

All’esterno del fondello può capitare di vedere un bollino che indica che la Patek Philippe ha eseguito un cambio della batteria e che riporta il mese e l’anno in cui questo ricambio è stato eseguito…in questo caso Marzo del 2000.

Patek Philippe Beta 21 fondello interno

All’interno del fondello è inciso, come di consueto, il numero seriale dell’orologio e la referenza che ne identifica il modello.

Popularity: 27% [?]